venerdì 5 aprile 2019

Portale di musicologia Oxford Music Online

Gli utenti di Ca' Foscari dotati di indirizzo e-mail istituzionale (unive.it e stud.unive.it) possono accedere al portale Oxford Music Online.



Oxford Music Online contiene tre risorse di primaria importanza per la ricerca musicologica internazionale: Grove Music Online, The Oxford Companion to Music e Oxford Dictionary of Music.
In totale 52.000 articoli, 33.000 voci biografiche, redatti da circa 9.000 studiosi che tracciano la storia delle culture musicali di tutto il mondo e dei loro protagonisti.
E' possibile ricercare gli articoli in base all'argomento, allo strumento musicale, all'epoca, all'area geografica e all'occupazione del musicista.
Per l'accesso da remoto con dispositivi propri (esternamente alla rete wi-fi di Ca' Foscari) è necessario seguire questa procedura.
Buona consultazione!


mercoledì 27 marzo 2019

The Duel of the Gazes. Male Gaze on Women vs Female Self-gaze in Raymond Carver and Robert Altman

Titolo: The Duel of the Gazes. Male Gaze on Women vs Female Self-gaze in Raymond Carver and Robert Altman
Autrice: Saŝa Ilić
Relatrice: Francesca Bisutti
Corso di laurea magistrale: Lingue e Letterature Europee, Americane e Postcoloniali. European Joint Master’s Degree in American Cultural Studies
Pagine: 59 
Tom Waits e Lily Tomlin in Short Cuts (America Oggi)
Anno accademico: 2012/2013
Link: http://hdl.handle.net/10579/3744
Abstract: La qualità visuale intesa come unione di artifici audiovisivi e di stile è la caratteristica maggiormente riconosciuta del minimalismo di Raymond Carver. Il tema della visualità, soprattutto la rappresentazione visiva del corpo femminile, è anche una peculiarità di America Oggi (1993) di Robert Altman, il discusso adattamento cinematografico di alcuni dei racconti di Carver raccolti in "Short Cuts", pubblicato due anni dopo l'uscita del film.
La doppia questione di come le protagoniste femminili siano viste dalle loro controparti maschili e di come esse vedano se stesse è un tema specifico ancora poco esplorato nell’analisi dei due artisti statunitensi. Nella tesi verranno esaminate, anche criticamente, le teorie consolidate sullo sguardo, sul femminismo e sul cinema, e quelle dell’adattamento artistico, allo scopo di analizzare il tema dello sguardo maschile e della visione di sé femminile nella produzione di Carver e di Altman. I personaggi femminili di Carver emergono da tale analisi reificati dallo sguardo maschile, ma allo stesso tempo sovversivi in virtù della propria visione di sé. Una prospettiva intertestuale sulla relazione tra i racconti di Carver e l’adattamento e i lavori di Altman evidenzierà inoltre complessità non dissimili nelle emancipate donne "artiste" e nei personaggi femminili che agiscono nella dicotomia tra Eros e Thanatos. Più in generale "l’intrico degli sguardi" e le asimmetrie di potere su cui esso si fonda, costituiscono un tema in continua evoluzione che vale la pena di essere trattato, contribuendo ad ampliare il dibattito su entrambi gli autori e sulla loro relazione.

La tesi è in inglese.


Nelle nostre biblioteche è possibile trovare le opere di Raymond Carver analizzate nella tesi e alcuni dei suoi riferimenti bibliografici nella selezione accessibile al seguente link: The Duel of the Gazes 

Segnaliamo inoltre alcune delle risorse elettroniche sull'argomento accessibili in rete di ateneo:

giovedì 14 marzo 2019

Il Veneto di Shakespeare

Tre città venete - Verona, Venezia e Padova - fanno da sfondo ad alcune delle più famose opere di Shakespeare: Romeo e Giulietta, I due gentiluomini di Verona, Il mercante di Venezia, La bisbetica domata.
È improbabile che Shakespeare abbia visitato il Veneto di persona, ma le fonti disponibili a quel tempo - da Baldassar Castiglione a Francesco Sansovino, Marin Sanudo e Thomas Coryat - gli permisero sicuramente di recuperare riferimenti geografici e culturali, materiali da costruzione per atmosfere di confine e di ibridazione di civiltà, assegnando al territorio della regione un posto speciale nel suo immaginario.
Del rapporto fra Shakespeare e il Veneto tratta il nuovo libro dell'anglista e americanista Sergio Perosa, professore emerito di Ca’ Foscari.
Il Veneto di Shakespeare, dell'editore Cierre, verrà presentato oggi giovedì 14 marzo a Treviso alle 17.30 a Palazzo Giacomelli. All’incontro dialogherà con l’autore Isabella Comisso, autrice di Shakespeare alla veneziana, una traduzione in veneziano antico di 33 dei 154 sonetti d'amore del drammaturgo inglese.

Il libro di Sergio Perosa è consultabile e disponibile al prestito nella sede di Americanistica, Iberistica e Slavistica della Biblioteca BALI alla collocazione A 1 SHA.PER.Ven.


lunedì 25 febbraio 2019

Il marchio della farfalla. Analisi della scrittura ku'er di Chen Xue e traduzione del romanzo Hudie de Jihao

Titolo: Il marchio della farfalla. Analisi della scrittura ku'er di Chen Xue e traduzione del romanzo Hudie de Jihao
Autrice: Alessandra Nitti
Relatrice: Federica Passi
Corso di laurea magistrale: Lingue e civiltà dell'Asia e dell'Africa mediterranea
Pagine: 145
Anno accademico: 2016/2017
Link: http://dspace.unive.it/handle/10579/10859
L'autrice Chen Xue nel 2015

Abstract: Sorta negli anni Ottanta all'alba dell'abolizione della legge marziale, la letteratura queer (ku’er 酷儿) o tongzhi 同志, dalla fine del secolo scorso ha sostenuto i movimenti in difesa dei diritti degli omosessuali a Taiwan. Utilizzata dagli intellettuali come specchio della società patriarcale e del disagio sociale delle comunità emarginate, è stata uno strumento portante nella lotta per i diritti civili culminata nel maggio del 2017 con la proposta di legge in favore della legalizzazione dei matrimoni tra persone dello stesso sesso per la prima volta in Asia. 
La presente tesi introduce la nascita della corrente ku’er e ne segue lo sviluppo fino al nuovo millennio, prendendo ad esempio il romanzo sull’omosessualità femminile dell’autrice Chen Xue, qui tradotto per meglio analizzare la diaspora interiore degli omosessuali repressi o emarginati nella società tradizionale della Repubblica di Cina, basata sulla pietà filiale e fedele all’immagine di una donna virtuosa e devota all’uomo. I personaggi femminili di Chen Xue si ribellano all’imposizione del modello lienü per far emergere la propria individualità, insieme a quella di tutti gli individui repressi dalla mentalità mainstream sull’isola di Taiwan, cercando un punto di riferimento stabile a metà tra tradizione e progresso, tra Cina continentale e Occidente, e creando una propria individualità che non sia più quella degli esiliati, interiormente ed esteriormente, “Orfani d’Asia”.

Nelle nostre biblioteche è possibile trovare alcuni dei testi utilizzati come riferimenti bibliografici e proposti nella selezione accessibile al seguente link: Il marchio della farfalla

Segnaliamo inoltre alcune delle risorse elettroniche sull'argomento accessibili in rete di ateneo:


martedì 19 febbraio 2019

Björn Larrson e Gert Nygårdshaug su Wikipedia: un contributo di BALI al festival "I Boreali"

Un piccolo contributo di BALI alle giornate dedicate alle culture nordiche: Loretta e Matteo hanno creato e ampliato le voci di Wikipedia dedicate a una scrittrice e due scrittori ospiti della 5. edizione del Festival "I Boreali":


Björn Larrson, lo scrittore svedese che aprirà la manifestazione presentando il suo nuovo libro, "La lettera di Gertrud".

https://it.wikipedia.org/wiki/Bj%C3%B6rn_Larsson




Elisabeth Åsbrink, scrittrice e giornalista svedese, che nell'ambito de "I Boreali" presenterà il suo libro, 1947, tradotto in Italia per i tipi di Iperborea
https://it.wikipedia.org/wiki/Elisabeth_%C3%85sbrink



Gert Nygårdshaug, uno degli scrittori più noti della scena letteraria norvegese, di cui è stato da poco tradotto in Italia "L'amuleto", uno dei volumi della serie poliziesca che ha per protagonista il detective dilettante Fredric Drum, esperto crittologo, cuoco ed enologo.

https://it.wikipedia.org/wiki/Gert_Nyg%C3%A5rdshaug



Festeggiamo i Boreali, festival dedicato alla cultura del Nord Europa!

Dal 21 febbraio al 24 febbraio si svolgerà a Milano la 5. edizione del festival "I Boreali", dedicato alla cultura del Nord Europa, organizzato dalla casa editrice Iperborea. Sono previsti numerosi incontri letterari, cinema, musica, e il tradizionale Nordic Brunch di fine settimana.
Inaugurerà l'evento lo scrittore/navigatore Björn Larrson con la presentazione del suo nuovo romanzo "La lettera di Gertrud".

Nella giornata di sabato si svolgerà l'incontro presentazione del libro "Storia delle letterature scandinave", un manuale rivolto a studenti e studiosi che ripercorre dalle origini ai nostri giorni la storia delle letterature nazionali danese, faroese, islandese, norvegese e svedese. 
Hanno contribuito alla produzione di quest'opera tre docenti di Ca' Foscari: Massimo Ciaravolo (Lingua e letteratura svedese), che ne è il curatore, Massimiliano Bampi (Filologia Germanica), Sara Culeddu (Letteratura svedese).
Il libro è consultabile in Biblioteca a Ca' Bembo, collocazione SCAN CIA 3.

Vuoi navigare fra i titoli della sezione di Scandinavistica presenti nella Biblioteca di Ca' Bembo?
Vai a questo link, seleziona l'etichetta "Lo trovi in" dopo l'abstract, e poi clicca sull'icona "Scaffale" in basso a destra.  😊