giovedì 1 febbraio 2018

Corsi BALI 2017: un bilancio delle attività

E' tempo di bilanci per i Corsi BALI tenuti nell'anno 2017 per gli studenti di Lingue: Tesi di laurea: strumenti e strategia di ricerca bibliografica (dedicato ai triennalisti) e Balipedia (per gli studenti magistrali).
Nel 2017 sono state attivate complessivamente:
  • 4 edizioni di Tesi di laurea: strumenti e strategia di ricerca bibliografica 
  • 2 edizioni di Balipedia (una in meno rispetto al 2016)
per un totale di 39 lezioni (156 ore di lezione frontale) tenute dalla bibliotecaria di Ca' Bembo, Loretta Manzato, coaudivata da studenti tutor.

Con l'obiettivo far acquisire una metodologia per la ricerca bibliografica in vista della redazione della tesi o anche solo di tesine per singoli esami, i corsi hanno mantenuto le modalità degli anni scorsi offrendo:

GLI ISCRITTI

Gli iscritti ai corsi 2017 sono stati 116, in diminuzione rispetto all'anno scorso (140) perchè è stato svolto un corso in meno per gli studenti dei CdL Magistrale. Per quanto riguarda l'appartenenza, i 116 del 2017 sono così distribuiti:
  • 96 studenti da CdL Triennali
  • 20 studenti da CdL Magistrali
Mentre l'anno precedente risultavano il 33% del totale, come registravamo in questo post, gli studenti magistrali nel 2017 sono scesi al 17.2%, essendo stato attivato un corso in meno.
Data la minore affluenza al corso magistrale, più impegnativo dal punto di vista della frequenza, è stato consentito l'accesso alle lezioni di Balipedia anche a studenti della triennale "in esubero".


Dal punto di vista dell'area linguistica di appartenenza (Lingue occidentali, Lingue orientali), si osserva un leggero cambiamento rispetto al trend registrato con le statistiche dell'anno precedente: a differenza del 2016, il maggior numero di studenti iscritti alla triennale nel 2017 è di area
occidentale (52,6%), mentre si conferma ed aumenta la maggior presenza di studenti di area orientale nei corsi magistrali (dal 72% del 2016 al 80%).


Stessa situazione per il dato registrato relativo al sesso degli iscritti: la maggioranza, come nel 2016, è costituita da studentesse, la cui percentuale, per quanto riguarda i CdL triennali, varia in maniera minima (si passa dall'81% all'82,3%), mentre si osserva che la presenza femminile è in sensibile crescita tra gli iscritti dei CdL magistrali (dal 63% del 2016 all'80% del 2017).


FEEDBACK E INDICI DI GRADIMENTO DEI CORSI 

Come nel 2016, al termine di ogni corso è stato somministrato un questionario on-line anonimo per la rilevazione del gradimento dei partecipanti. In 89 hanno inviato le loro risposte, ovvero il 77% degli iscritti (un dato pressoché invariato rispetto all'anno scorso, del 78%, con 109 risposte su 140).
Dalle risposte emerge che gli studenti:
  • considerano che gli obiettivi del corso siano stati raggiunti                                       totalmente il 50,6% , abbastanza il 47,2%;
  • ritengono che i contenuti abbiano soddisfatto le loro aspettative                                     totalmente il 41,6% , abbastanza per il 46,1%;
  • consiglierebbero il corso ad un collega per il 98%.
Oltre a questi dati, sono state indagate le preferenze relative ai singoli contenuti presentati durante le lezioni, visibili nel grafico qui sotto.

Il modulo sugli E-books è stato quello che ha ottenuto il maggior numero di giudizi "Molto interessante", seguito da CerCa e da Strategie di ricerca, mentre quello sui software di citazione bibliografica Zotero e Mendeley è stato quello che ha registrato il livello più basso di interesse.
Nella sezione del questionario dedicata al feedback e ai suggerimenti sono inoltre stati espressi apprezzamenti sul corso e i materiali proposti:
  • Ho trovato le informazioni sulle citazioni bibliografiche e sui catalogi bibliografici (banche dati) molto interessanti e utili, perché nuove per me; sono indicazioni che né l’università né i professori mi hanno mai dato, forse perché¨ neanche loro ne sono a conoscenza.   
  • Il corso si è rivelato incredibilmente utile, al di là  di ogni mia (più cinica) previsione.
  • E’ un peccato aver perso la lezione su Zotero e Mendeley ma sono convinto che le slides saranno sufficienti per comprenderli a fondo.
Ma anche giudizi sulla durata dei corsi, da alcuni forse ritenuti troppo compressi:
  • Sarebbe meglio ridurre le ore settimanali da 4 a 3 poiché la concentrazione va diminuendo.
  • Due lezioni in più per andare con più calma
  • Ho poca dimestichezza con l'utilizzo di supporto informatico e fonti elettroniche per cui ho incontrato qualche difficoltà per connessioni da casa. Sono inoltre abbastanza lenta quindi avrei bisogno di soffermarmi un po' di più sulla parte delle esercitazioni pratiche


LE VOCI DI WIKIPEDIA

Questi sono i corsi effettuati nel 2017, afferenti agli anni accademici 2016/17 e 2017/18.


L'ultima colonna del grafico mette in evidenza una delle peculiarità delle edizioni del 2017, ossia l'organizzazione tematica delle voci di Wikipedia redatte in classe: si è scelto infatti di selezionare per ciascun corso uno specifico tema, articolato in diverse voci fra loro collegate. Ciò ha consentito un più ampio approfondimento dell'argomento e una più puntuale individuazione delle fonti da utilizzare. Delle voci create in classe, 80 sono state pubblicate, 26 (24.5% del totale) non hanno raggiunto sufficienti requisiti di qualità per poter essere pubblicate.

I soggetti scelti per la redazione delle voci in classe sono stati il teatro giapponese e il Giappone del periodo Meiji per i numerosi studenti di nipponistica iscritti ai corsi; le autrici e gli autori di narrativa rappresentanti la Londra multiculturale; le autrici/autori ospiti delle passate edizioni di "Incroci di civiltà" organizzate da Ca' Foscari; le autrici, da ogni parte del mondo, di romanzi gialli -  Donne in giallo; il libro di Virginia Woolf  Tre Ghinee.
Per l'iniziativa delle Tre Ghinee in particolare, i partecipanti sono stati coinvolti nella realizzazione di un video con letture in lingua originale (maggiori informazioni in questo post).



Oltre alle attività di redazione svolte in classe, ai fini dell'erogazione dei 3 o 6 CFU sostitutivi di tirocinio, agli studenti è stata assegnata la redazione di una voce a parte come lavoro individuale.
Per ognuna di queste voci, prima della pubblicazione, la responsabile del progetto ha verificato la conformità con le linee guida stabilite da Wikipedia (enciclopedicità, punto di vista neutrale, verificabilità attraverso l’uso delle fonti, rispetto del diritto d’autore) e il raggiungimento o meno degli obbiettivi del corso (acquisizione di competenze di ricerca bibliografica, corretta selezione e gestione dell’apparato bibliografico di un testo), proponendo correzioni e/o approfondimenti.

Durante il 2017 sono state pubblicate complessivamente 105 voci su Wikipedia, di cui 80 (pari al 76%) realizzate in classe. 

RIASSUNTO NUMERO DI VOCI 2017
Voci Wikipedia realizzate come lavoro in classe
80
Voci Wikipedia pubblicate come lavoro individuale = erogazione di CFU
25
Voci Wikipedia in corso di elaborazione
69


Da come si vede in questa tabella, molte delle voci assegnate risultano ancora in fase di elaborazione e di revisione. 


CONCLUSIONI

Come riscontrabile dai questionari somministrati e dal crescente numero di richieste di partecipazione, i corsi BALI hanno ricevuto un grado di apprezzamento notevole fra gli studenti, e  continuano a distinguersi per la varietà e l'approfondimento dei contenuti proposti, affermandosi come offerta formativa di qualità nel panorama dei servizi bibliotecari cafoscarini. 
Vanno però rilevate alcune criticità dal punto di vista dei risultati raggiunti: il numero, ancora piuttosto basso, di voci pubblicate, e di conseguenza, di CFU assegnati, inducono ad adottare nuove misure per migliorare l'esperienza didattica e il rendimento degli studenti.
La mancata definizione di una data di scadenza entro cui concludere il lavoro individuale e sottoporre la voce ad una verifica prima della pubblicazione, condizione indispensabile per l'assegnazione dei CFU, se da una parte ha finora agevolato i partecipanti al corso, pressati da altri impegni d'esame, dall'altra sembra aver rallentato la capacità di molti di dedicarsi alla voce con sufficiente continuità ed attenzione. L'alto numero di voci ancora in corso di elaborazione ne è un sintomo evidente.

Inoltre, la percentuale delle voci redatte in classe e non pubblicate (pari al 24% del totale), e l'elevato numero di richieste di correzione e revisione delle voci inviate agli autori/autrici nella fase di verifica precedente alla pubblicazione, rendono evidente come il corso, oltre a fornire un'introduzione all'uso di strumenti bibliografici, metta alla prova le competenze di scrittura possedute dai partecipanti, evidenziando l'attuale assenza in Ateneo di corsi/laboratori dedicati al potenziamento di questi requisiti.

NOVITA' PER LE PROSSIME EDIZIONI

Per i corsi futuri si prevede la sperimentazione di una nuova modalità di accesso al corso, attraverso la definizione di prerequisiti per la partecipazione. La necessità di procedere a una selezione delle domande si rivela opportuna anche per far fronte alle numerose richieste che pervengono ad ogni corso, di gran lunga superiori all'offerta di posti disponibili.

Agli studenti che intendono partecipare verrà richiesto, in fase di iscrizione, di proporre una voce da redigere nella versione italiana di Wikipedia, coerente con il piano di studio e/o con interessi maturati in ambito accademico, e di esprimere la loro motivazione alla partecipazione al corso.
In questo modo, rispetto ai molti che si iscrivono in quanto attratti dalla prospettiva dei CFU sostitutivi di stage (e che rischiano di non ottenerli perchè le condizioni poste si rivelano in seguito essere per loro eccessivamente impegnative), si cercherà di dare la precedenza a chi intende realmente mettersi alla prova nella scrittura di un testo, mettendo a frutto le conoscenze apprese durante il corso e quelle acquisite o in via di acquisizione in ambito universitario.

Altro requisito d'accesso sarà la provata disponibilità d'uso (personale o tramite le postazioni presenti in Ateneo) di PC o dispositivi mobili connessi alla rete di Ateneo, indispensabile per poter svolgere le esercitazioni assegnate per casa e la redazione di voci in Wikipedia.

Vuoi conoscere quali strumenti e risorse usare per fare una ricerca bibliografica e nello stesso tempo metterti alla prova nella redazione di un testo?
Ti aspettiamo ai prossimi corsi che verranno attivati alla fine di febbraio 😊.


Il programma con le date e i contenuti delle lezioni, e il modulo online da utilizzare per la richiesta di iscrizione verranno comunicati a breve nei social di BALI (questo blog, FB, il sito di corsibali).
La selezione dei partecipanti avverrà sulla base della coerenza della voce proposta con i propri interessi di studio, e della motivazione espressa nella domanda di iscrizione.
Per qualsiasi richiesta di informazione scrivere a corsobali@unive.it

Nessun commento:

Posta un commento