venerdì 28 aprile 2017

Lo sciamanesimo delle donne in Asia Orientale

Una sciamana giapponese.
Titolo: Lo sciamanesimo delle donne in Asia Orientale: studio comparatistico del fenomeno religioso in Giappone, Corea e isole Ryukyu
Autore: Silvia Circhetta
Relatore: Massimo Raveri
Correlatore: Vincenza D’Urso
Corso di laurea: Lingue e Culture dell’Asia Orientale
Tipo: tesi di laurea
Pagine: 200
Anno accademico: 2012/2013
Link: http://dspace.unive.it/handle/10579/4431

Abstract: Nello straordinario arazzo della multiculturalità dell'Asia Orientale lo sciamanesimo è il tratto comune nella religiosità dei popoli che la abitano. La credenza nell'esistenza di un mondo aldilà di quello umano e la figura di uno sciamano che viene indotto alla trance per stabilire un contatto con esso sembrano essere la costante. Grazie agli spiriti lo sciamano entra in possesso di conoscenza e poteri straordinari come preveggenza, capacità di curare le malattie, abilità negromantiche che egli utilizza a beneficio della sua comunità. Il contatto può avvenire per mezzo del volo estatico, per cui l'anima dello sciamano esce dal suo corpo e scala i vari cieli fino a raggiungere la dimora degli dei, oppure con la possessione spiritica in cui gli dei discendono nel corpo dello sciamano e parlano attraverso di lui. Questi due movimenti opposti, uno verso l'alto e uno verso il basso, sono il discrimine che separa i culti sciamanici femminili da tutti gli altri.
Il presente lavoro è uno studio comparatistico dello sciamanesimo in Giappone Corea e isole Ryukyu, paesi in cui è la donna la specialista del mondo del sacro. Ella si rende desiderabile dalle divinità e le invita ad entrare nel suo corpo attraverso il canto, la danza, l'esecuzione musicale di determinati strumenti o la recitazione di speciali preghiere o formule magiche. Nel corso dei secoli la religione delle donne è stata sommersa dai culti della società patriarcale come il Buddismo e il Confucianesimo e salvo il caso delle isole Ryukyu, relegata a un ruolo marginale, defilato ma che lascia trasparire, nonostante tutto, la sua presenza.

Le copertine di: "The catalpa bow. A study of shamanistic practices in Japan" di Carmen Blacker;
"Shamans, Housewives and other restless spirits" di Laurell Kendall;
"Women in the sacred groves. Divine priestesses of Okinawa" di Susan Sered.

Nelle nostre biblioteche è possibile trovare alcuni dei testi utilizzati come riferimenti bibliografici, ve ne proponiamo una selezione a questo link: Lo sciamanesimo delle donne.

 A integrazione, vi elenchiamo anche alcune delle risorse disponibili in formato elettronico a cui è possibile accedere come utenti di Ca' Foscari:
- Transactions with the Realm of Spirits in Modern Korea
- Miyako Theology: Shaman’s Interpretation of Traditional Beliefs
- The Seasonal Ritual of Korean Shamanism
- The Bridge to the Other World: Shamans and Shamanism in Japan
- Liminal Experience of Miyako Shmans: Reading a Shaman’s Diary

Nessun commento:

Posta un commento